Da Dagospia (2-2-06). EDITORIA IN ALLEGRIA

in Rassegna Stampa

EDITORIA IN ALLEGRIA – DA FIORANI A FAZIO, TUTTE LE CAMPAGNE FALLIMENTARI DI “BECCHINO” BECHIS – “IL MESSAGGERO” DI BRANKO - GIORNALISTI DI .COM SENZA STIPENDIO – “IL SARDEGNA” (GRUPPO GRAUSO) RIPRENDE LE PUBBLICAZIONI – CANE’ VECE-QS - ANSA, NUOVO CDA…1 - ’’Permettetemi di bussare alla vostra porta. Perché vorrei entrare in punta di piedi alla direzione del vostro giornale’’: inizia così il saluto di Franco Bechis ai lettori di “ItaliaOggi”. Uno strano “incipit”, perché è un direttore abituato ad entrare a gamba tesa, oltre che a prendere qualche “abbaglio” – durante la sua gestione del “Tempo”, dando vita a battaglie che sono state puntualmente perse (e che hanno fatto arrabbiare l’editore Domenico Bonifaci). Ha difeso Antonio Fazio ed è finito steso sul tappeto. Ha sparato editoriali sulla bontà di Fiorani e Ricucci, e sta ancora a leccarsi le ferite. Ha intrapreso quindi una guerra contro la “razza volpona” di Montezemolo, Luigi Abete e Diego Della Valle, accusando quest’ultimo di presunte società in Lussemburgo ed è arrivata una querela multi-milionaria che toglie il sonno a Bonifaci. Il quale stoppò sul nascere il tentativo di Bechis di mazzolare il sindaco Veltroni. Per non parlare degli “ordini di scuderia”, come quello di non dare mai notizie sul ministro Udc Mario Baccini, adesso candidato alla carica di sindaco di Roma. E lascia “Il Tempo” per ritornare tra le braccia di Panerai, cioè di colui che è stato ed è uno dei protagonisti del disfacimento dei furbetti del quartierino, Fazio compreso, nonché amico personale di Della Valle. Insomma: “Becchino” Bechis non ne ha indovinata una, nemmeno per sbaglio…2 - Ora Il Messaggero lo chiamano “il giornale di Branko”: tutta colpa della rubrica che adesso, con la gestione del nuovo direttore Roberto Napoletano, appare ogni dì sulla prima pagina del quotidiano, firmata dall’oroscoparo più noto d’Italia e intitolata “il giorno di Branko”. E la rubrica bla-bla di Maurizio Costanzo si è ridotta a niente.3 - Ieri pomeriggio, alle 16.23, la giornalista infogliata Guia Soncini scutrettolava tranquilla per lungoTevere Raffaello Sanzio…4 - Le sorprese non mancano mai: oggi su l’Unità appare un lungo articolo, nella pagine culturali, firmato dal “reazionario” Franco Cardini…5 - A proposito del quotidiano diretto da Antonio Padellaro: anche oggi c’è una lunga lettera di protesta di Bruno Vespa (“ma quando trova il tempo per lavorare?”, dicono al giornale fondato da Antonio Gramsci…”)6 - (Apcom) - I deputati Ds hanno inviato un messaggio di auguri a Miriam Mafai, in occasione del suo ottantesimo compleanno. "I tuoi 80 anni - ha scritto Luciano Violante – ci richiamano al valore di un impegno senza soluzione di continuità, ma anche senza filtri ipocriti, tra la cultura civile, il rigore professionale e la passione politica". "Abbiamo avuto l’occasione di conoscere questa tua preziosa qualità - prosegue Violante - nelle stesse file del nostro gruppo parlamentare. E continuiamo ad apprezzarla ogni volta cheleggiamo le riflessioni e le emozioni raccolte in un libro o i sagaci commenti giornalistici con cui puntualmente segui e segnali al grande pubblico dei tuoi lettori i rischi e le potenzialità della lunga transizione politica e stituzionale,dell’evoluzione dei costumi e delle trasformazioni sociali. Continua sempre così".7 - COMUNICATO DEI GIORNALISTI DI .COMDa “.Com”L’assemblea dei giornalisti di .Com vuole denunciare con questo comunicato la difficile situazione economica in cui versa la redazione. Da alcuni mesi infatti i giornalisti e i collaboratori di questo quotidiano non percepiscono lo stipendio e i compensi dovuti. Nonostante le promesse e le rassicurazioni fatte arrivare a tutto il personale dipendente, nonostante persino un documento formale recapitato a tutti, le scadenze concordate per risolvere le difficoltà sono state palesemente disattese. Gli sforzi operati per tamponare provvisoriamente la situazione non bastano certo a ristabilire un clima sereno e professionale. In tutto questo periodo, tuttavia, i giornalisti e i collaboratori non hanno mai cessato di lavorare con il massimo impegno, dimostrando una notevole professionalità perché convinti della serietà e validità del quotidiano. I motivi, a noi resi noti, a monte dei problemi incontrati dalla cooperativa editoriale in questo periodo, in buona parte legati al meccanismo di finanziamento pubblico, ma anche a una gestione che lascia perplessi, non possono giustificare le mancate retribuzioni. La redazione, tuttavia, continuerà a garantire la regolare uscita del giornale, in edicola e via web. Almeno per il momento. E da oggi informeremo altresì i nostri lettori sugli sviluppi della vicenda. Siamo un giornale di comunicazione ed è nostro dovere continuare a comunicare con la massima trasparenza.8 - (ANSA) - Riprende le pubblicazioni da domani Il Sardegna, quotidiano dell’editoriale Polis (Gruppo Grauso), che non usciva da domenica dopo che il giudice della sezione civile del tribunale di Cagliari, accogliendo un ricorso presentato il 4 novembre da uno dei sindacati degli edicolanti (Sinagi-Cgil) che lamentavano una forma di "concorrenza sleale", aveva emesso un’ordinanza con cui inibiva la prosecuzione della distribuzione in punti diversi da quelli fissati dall’autorità amministrativa. Il Tribunale ha ora accolto la richiesta di sospensiva avanzata d’urgenza dai legali del giornale, che hanno anche presentato un’istanza con cui chiedono l’annullamento del provvedimento. Oltre che su questa seconda richiesta, l’autorità giudiziaria ha fissato entro 30 giorni l’inizio della causa di merito. Il Sardegna esce da oltre un anno distribuito sia free (in bar, aeroporti e stazioni, università, etc) sia in vendita in edicola (a 50 centesimi). La decisione di sospendere le pubblicazioni era stata motivata dall’editore con la spiegazione che "ogni altra formula distributiva, che non sia quella mista (edicole e promozionale), non è compatibile con il conto economico e la sopravvivenza di un modello riconosciuto come innovativo da lettori ed investitori pubblicitari". Oltre a "Il Sardegna", che esce a Cagliari e nel centrosud dell’isola, da diversi mesi viene pubblicata anche un’edizione a Sassari e nel nord, mentre a breve la società Polis ha annunciato l’uscita di altri otto quotidiani che ricalcano la stessa formula nel Nord-est (Bergamo, Brescia, Mestre, Padova, Verona, Vicenza, Venezia e Treviso). 9 – Riffeser ha nominato Gabriele Canè – molto vicino a Pierfurby Casini - nuovo vice-direttore del Quotidiano Nazionale con delega a seguire i rapporti romani.10 – Tenete d’occhio l’Ansa. Il rinnovo del CdA è in agenda per marzo e pare che ci siano sorprese in ballo…Dagospia 02 Febbraio 2006

03/02/2006

Documento n.5632

Sostieni i consumatori, sostieni ADUSBEF!

Puoi sostenere ADUSBEF anche attraverso il 5 x 1000: in fase di dichiarazione, indica il codice fiscale 03638881007

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK