I CONSUMATORI POSSONO CITARE IN GIUDIZIO IN ITALIA LE SOCIETÀ DEL GRUPPO VOLKSWAGEN PER LE MANIPOLAZIONI SUI VEICOLI

Un altro importante riconoscimento per i consumatori nell’ambito dello scandalo Dieselgate scoppiato nel 2015, quando fu scoperto che la Volkswagen, per ottenere l’omologazione dei veicoli con un motore EA 189 Euro 5, aveva dotato le sue auto di un software in grado di eludere i test sulle emissioni per farle rientrare nei limiti consentiti. Con l’importantissima sentenza del 9 luglio 2020, la Corte Ue ha definitivamente sancito la facoltà per gli acquirenti di auto d... Continua a leggere.

Processo Popolare di Bari - rinvio all’udienza al 24 settembre 2020 - E’ ancora possibile avanzare richiesta di risarcimento danni.

L’udienza di oggi, 16 luglio 2020, è stata sospesa "per motivi di sicurezza" e riprenderà al 24 settembre 2020 nell'aula bunker di Bitonto il primo processo sul crac della Banca popolare di Bari. Il Tribunale, per la presenza di troppi avvocati che, assembrati all'esterno dell'aula di udienza del Tribunale penale di Bari senza possibilità di mantenere il distanziamento sociale, ha deciso di rinviare individuando un luogo più grande. Gli Avvocati fiduciar... Continua a leggere.

L’ANTITRUST SANZIONA WIND PER 17 MILIONI DI EURO ED ILIAD PER 800 MILA EURO

Un conto salatissimo per Wind, che ha pagato a caro prezzo il “marketing selvaggio” degli ultimi anni. Evidentemente non aveva sortito effetto l’inibitoria già disposta in passato nei confronti della società, riconosciuta colpevole di aver tartassato gli utenti con messaggi di promozioni indesiderate, effettuati senza consenso tramite sms, e-mail, fax, telefonate e chiamate automatizzate. Impossibile revocare il proprio consenso oppure opporsi al trattamento... Continua a leggere.

BOND ARGENTINI – IL “BUCO NERO” DEL RISPARMIO ITALIANO

BOND ARGENTINI – IL “BUCO NERO” DEL RISPARMIO ITALIANO ADUSBEF VALUTA AZIONI PER CARENZA INFORMATIVA AL COLLOCAMENTO Dal 15 maggio 2020 l’Argentina è in “default”, dopo aver comunicato che non avrebbe rispettato il termine per il pagamento di 503 milioni di dollari di interessi su tre grandi blocchi obbligazionari, a causa del mancato accordo con i rappresentanti dei fondi di investimento, ai quali avrebbe dovuto versare tale somma. I propriet... Continua a leggere.

CONTRATTI DERIVATI ED ENTI LOCALI: LE SEZIONI UNITE DELLA CASSAZIONE FISSANO DEI PUNTI FERMI

Con la sentenza pubblicata il 12 maggio 2020, n. 8770, le sezioni unite civili della Corte di Cassazione si sono espresse sul tema dei contratti derivati stipulati dalle pubbliche amministrazioni con una storica pronuncia che fungerà senza dubbio da spartiacque tra una vecchia fase del dibattito giuridico, contraddistinto da un ricco confronto tra posizioni dottrinali e giurisprudenziali variamente articolate ed una nuova fase in cui tutti gli operatori del diritto dovranno giocoforza uni... Continua a leggere.

CONTI BLOCCATI E TRANSAZIONI RESPINTE: LE GRAVI CONSEGUENZE DEL CRACK “WIRECARD” SUGLI INVESTITORI E SUI POSSESSORI DI CARTE SISALPAY IN ITALIA

CONTI BLOCCATI E TRANSAZIONI RESPINTE: LE GRAVI CONSEGUENZE DEL CRACK “WIRECARD” SUGLI INVESTITORI E SUI POSSESSORI DI CARTE SISALPAY IN ITALIA È di pochi giorni fa la notizia dello scandalo che ha colpito la società tedesca Wirecard, leader mondiale nei servizi finanziari e tecnologici finita su tutti i giornali per il colossale buco da 2 miliardi di dollari emerso nei suoi conti. Si tratta di un’azienda esplosa contemporaneamente al declino delle banche tr... Continua a leggere.

Commissione europea ha avviato una doppia procedura di infrazione contro l'Italia sui rimborsi ai passeggeri dei viaggi cancellati durante la pandemia

Come noto, nonostante ripetuti solleciti a più livelli, la legislazione italiana in tema di rimborsi è rimasta invariata, non essendo intervenuta alcuna auspicata modifica all’art 88-bis del cosiddetto decreto Cura Italia (legge 17 marzo 2020 n.18 convertito con modifiche dalla legge n.27/2020). Pertanto, compagnie aeree, agenzie viaggi, operatori turistici e vettori dei trasporti possono emettere unilateralmente voucher in luogo del rimborso in denaro. In data odierna ... Continua a leggere.

WisdomTree /3OIL - ADUSBEF promuove ulteriori azioni a tutela dei risparmiatori che in molti casi hanno perso oltre il 90% del capitale investito.

Con riferimento alle diverse decine di segnalazioni ricevute dai propri associati e dopo le prime iniziative intraprese a tutela dei risparmiatori, Adusbef si è attivata con altre iniziative per tentare di recuperare le perdite a danno dei sottoscrittori, in molti casi, superiore al 90% del capitale investito. Dalle informazioni e dalla documentazione fornita dai risparmiatori propri associati, sono venuti in rilievo potenziali vizi informativi in fase precontrattuale e di collocament... Continua a leggere.

Nel decennale della sentenza delle S.U. n. 24418/2010: riflessioni sul c.d. saldo ricalcolato come unico parametro.

Nel decennale della sentenza delle S.U. n. 24418/2010: riflessioni sul c.d. saldo ricalcolato come unico parametro per l’individuazione della solutorietà delle operazioni bancarie. (dell’avv. Antonio TANZA adusbef@studiotanza.it ) Ricorre quest’anno il decennale della storica sentenza delle S.U. n. 24418 del 2 dicembre 2010 (Doc. 1, che si allega nella sua interezza), storica in quanto la difesa del correntista, cui ebbi l’onore di partecipare, &egr... Continua a leggere.

Il piano di ammortamento e regime dell’interesse: strumenti occulti per variare il prezzo del finanziamento

Il piano di ammortamento e regime dell’interesse: strumenti occulti per variare il prezzo del finanziamento dell’avv. Antonio TANZA, presidente di ADUSBEF adusbef@studiotanza.it La banca nel predisporre il contratto di mutuo solitamente si limita ad indicare il tasso nominale annuo (TAN), la data di inizio del finanziamento e la sua scadenza, la periodicità delle rate, allegando il relativo sviluppo del piano di ammortamento, senza però fornire alcuna ind... Continua a leggere.

Sostieni i consumatori, sostieni ADUSBEF!

Puoi sostenere ADUSBEF anche attraverso il 5 x 1000: in fase di dichiarazione, indica il codice fiscale 03638881007

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK