Da Ansa (4-11-05). ARGENTINA: BOND; TRIBUNALE FERRARA CONDANNA ANTONEVENTA

in Rassegna Stampa

ECO:ARGENTINA2005-11-04 13:11ARGENTINA: BOND; TRIBUNALE FERRARA CONDANNA ANTONEVENTA ADUSBEF, RISARCIMENTO DI QUASI 25.000 EURO A DUE CONIUGI ROMA (ANSA) - ROMA, 4 nov - Nuova vittoria in tribunale per l’Adusbef, una delle associazioni dei consumatori che assiste i risparmiatori nella vicenda dei bond argentini. Il Tribunale di Ferrara - riferisce l’Adusbef - ha infatti condannato la Banca Antoniana Popolare Veneta a restituire 24.466,58 euro, oltre interessi legali fino al saldo e spese legali, a due coniugi, difesi dall’avvocato Giorgio Sorgato, delegato Adusbef. "Il 24 febbraio 2001, quando il crack dell’Argentina era alle porte (il default ufficiale si concretizzava nel dicembre 2001, ma già nei due anni precedenti primari istituti di rating e primarie banche internazionali non scommettevano un pesos bucato sull’economia argentina e sulla capacità di evitare il fallimento), Antonveneta piazzava ai signori 47.400.000 lire di bond argentini, senza alcuna informativa sulla rischiosità di investimenti in quelle obbligazioni,spesso paragonate dalle banche,per poterle meglio appioppare, ai titoli di stato italiani", ricorda l’Adusbef in una nota. I consumatori truffati si sono rivolti al delegato Adusbef di Ferrara, Giorgio Sorgato, che assieme a Luca Mazzacurati dello stesso studio, chiedevano al Tribunale la totale nullità del contratto, ottenendo la pronuncia, che ha dichiarato "la nullità dell’ordine di acquisto a contanti intercorso tra gli attori e la convenuta, e - prosegue l’Adusbef - conseguentemente condanna quest’ultima alla restituzione della somma complessiva di euro 24.466,58 oltre interessi legali sino al saldo". "Mentre il Governo latita facendo approvare leggi ’salvafazio’ spacciate per riforma del risparmio e la Banca centrale Europea continua a far finta di niente sorvolando sulle pesanti responsabilità del governatore di Bankitalia in merito all’affaire Bpl-Antonveneta, i risparmiatori - sottolinea il presidente dell’associazione, Elio Lannutti - continuano ad ottenere giustizia nei tribunali civili, e le Procure di Roma e di Milano continuano ad indagare sulle responsabilità del vero capo dei furbetti del quartierino, che continua indisturbato a dettare la sua agenda alla politica".(ANSA).

04/11/2005

Documento n.5229

Sostieni i consumatori, sostieni ADUSBEF!

Puoi sostenere ADUSBEF anche attraverso il 5 x 1000: in fase di dichiarazione, indica il codice fiscale 03638881007

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK