ANSA 19-5-2007 GIUSTIZIA:DI PIETRO,IN CDM BLOCCATO DDL MASTELLA BANCAROTTA

in Rassegna Stampa

2007-05-19 20:09GIUSTIZIA:DI PIETRO,IN CDM BLOCCATO DDL MASTELLA BANCAROTTA ROMA (ANSA) - ROMA, 19 MAG - All'ultimo Consiglio dei ministri Antonio Di Pietro si è opposto a un disegno di legge del ministro della Giustizia Clemente Mastella sulla bancarotta. Lo rivela lo stesso Di Pietro nel suo blog: "Di una cosa - scrive Di Pietro - non abbiamo parlato: un disegno di legge che voleva presentare il Ministro della Giustizia e che abbiamo fermato al preconsiglio. Prendendo spunto da una legge delega del governo Berlusconi, avrebbe ridotto le pene per il reato di bancarotta. Se si applicasse questa proposta, tutti i processi come Parmalat, Cirio e simili finirebbero in prescrizione". "Potete immaginare come abbiamo reagito. Prima si devono accorciare i tempi processuali, poi eventualmente il periodo edittale della pena. Non si possono penalizzare ancora i consumatori e i piccoli risparmiatori, che già erano stati truffati. Non si può, inoltre, pensare a questa legge senza decidere cosa fare del falso in bilancio. Berlusconi ne ha ridotto la pena e molti episodi sono andati in prescrizione: noi vogliamo che sia ripristinata la vecchia tipologia di pena e di applicazione". "Ieri, dicevo, tutto ciò non è stato discusso perché siamo riusciti a respingere quel disegno di legge proposto da Mastella. Sono orgoglioso come Ministro e come esponente di Italia dei Valori per aver fatto il mio dovere, come mi ero impegnato con gli elettori. Devo ancora capire se faccio solo il Ministro di un governo o anche il cane da guardia del programma della coalizione: ogni volta che si parla di giustizia, se non si sta attenti, succede sempre qualcosa". (ANSA).

21/05/2007

Documento n.6578

Sostieni i consumatori, sostieni ADUSBEF!

Puoi sostenere ADUSBEF anche attraverso il 5 x 1000: in fase di dichiarazione, indica il codice fiscale 03638881007

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK