Il PuntO. Marketing d?immagine e illegalità.

in Il Punto

Marketing d?immagine e illegalitÓ.(di Mauro Novelli) 17.4.2003

I cultori del marketing d?immagine sanno benissimo quanto sia importante evitare - fino alla maniacalitÓ - che il pubblico (utenti, consumatori, votanti, acquirenti che siano) abbini il loro nome o la loro immagine a situazioni, eventi o fatti negativi, ansiogeni o semplicemente scostanti. A conferma della validitÓ di questa regola basti notare come, prima e durante la seconda guerra del Golfo, molti dei nostri governanti abbiano accuratamente evitato di esprimersi sulle vicende belliche per scongiurare qualsiasi loro presenza mediatica che accomunasse la loro immagine ed il loro nome ai bombardamenti: i talk show sull?Iraq avevano quasi esclusivamente esponenti della sinistra, esperti a parte. Insomma, meglio sentirsi accusare di latitanza dalla metÓ dei votanti (l?altra metÓ apprezza la scaltrezza)piuttosto che offrire viso e dichiarazioni contaminate da immagini di soldati che sparano, case che saltano in aria e morti in terra. Certamente nulla di scandaloso, visto che anche la pubblicitÓ della propria immagine anima il commercio. ╚ di gran lunga pi¨ preoccupante, invece, la pessima abitudine, invalsa in banca, di rifuggire - altrettanto maniacalmente - l?abbinamento dell?immagine dell?istituto a gravi reati commessi da impiegati infedeli. Anche a costo di non denunciarli: troppo spesso, invece di chiamare in tribunale quei dipendenti, si fa loro sottoscrivere la lettera di dimissioni e si allontanano. L?immagine della banca Ŕ salva, ma tale costume, oltre a danneggiare la societÓ civile, crea danni agli azionisti dell?istituto di credito. E torniamo all?articolo 7 del Testo unico delle leggi in materia bancaria.

17/04/2003

Documento n.3148

Sostieni i consumatori, sostieni ADUSBEF!

Puoi sostenere ADUSBEF anche attraverso il 5 x 1000: in fase di dichiarazione, indica il codice fiscale 03638881007

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK