TELEFONIA: PER UNA VOLTA AGCOM TUTELA INTERESSI CONSUMATORI, SEMPRE PIU’ SPREMUTI CON TARIFFAZIONE DA 1 MESE A 28 GIORNI, SURRETTIZI RINCARI + 8,6%, E STANGATA FINO A +66 EURO L’ANNO SULLE FAMIGLIE. MISTIFICANTE GIUSTIFICAZIONE RECESSO: SE TUTTI FANNO LO STESSO, IPOTESI DI CARTELLO ? INTERVENGA ANTITRUST

" /> TELEFONIA: PER UNA VOLTA AGCOM TUTELA INTERESSI CONSUMATORI, SEMPRE PIU’ SPREMUTI CON TARIFFAZIONE DA 1 MESE A 28 GIORNI, SURRETTIZI RINCARI + 8,6%, E STANGATA FINO A +66 EURO L’ANNO SULLE FAMIGLIE. MISTIFICANTE GIUSTIFICAZIONE RECESSO: SE TUTTI FANNO LO STESSO, IPOTESI DI CARTELLO ? INTERVENGA ANTITRUST

" /> Adusbef - Associazione Difesa Utenti Servizi Bancari Finanziari Postali e Assicurativi - Associazione di consumatori riconosciuta dal CNCU

TELEFONIA : PER UNA VOLTA AGCOM TUTELA INTERESSI CONSUMATORI, SEMPRE PIU’ SPREMUTI CON TARIFFAZIONE DA 1 MESE A 28 GIORNI, SURRETTIZI RINCARI + 8,6%, E STANGATA FINO A +66 EURO L’ANNO SULLE FAMIGLIE. MISTIFICANTE GIUSTIFICAZIONE RECESSO: SE TUTTI FANNO LO STESSO, IPOTESI DI CARTELLO ? INTERVENGA ANTITRUST

in Comunicati stampa

TELEFONIA: PER UNA VOLTA AGCOM TUTELA INTERESSI CONSUMATORI, SEMPRE PIU’ SPREMUTI CON TARIFFAZIONE DA 1 MESE A 28 GIORNI, SURRETTIZI RINCARI + 8,6%, E STANGATA FINO A +66 EURO L’ANNO SULLE FAMIGLIE. MISTIFICANTE GIUSTIFICAZIONE RECESSO: SE TUTTI FANNO LO STESSO, IPOTESI DI CARTELLO ? INTERVENGA ANTITRUST

Per una volta sacrosanta ed a favore dei consumatori la delibera dell'Agcom, che ha imposto il ritorno alla cadenza mensile per i servizi di telefonia fissa, voce e Internet, bocciando così l’ennesima furbata delle compagnie di estendere la fatturazione a 28 giorni, con un aumento surrettizio delle tariffe dell’8,6%, col risultato di portare il prezzo comunicato dagli operatori per gli abbonamenti a Internet (e voce) di casa, non più riferibile ad un mese ma a 4 settimane, col risultato di allungare l’anno con 13 mensilità invece di 12.
Accolte così le segnalazioni delle associazioni dei consumatori-in primis Federconsumatori e Adusbef-, che avevano da tempo denunciato l’espediente di far lievitare le tariffe, con un aggravio di costi mensili sulla bolletta da un minimo di 3 euro al mese (per una bolletta di 38 euro mensile) a 5,5 euro (per una bolletta di 45 euro/mese), quindi con una ulteriore stangata gravante sulle famiglie, da 36 euro a 66 euro l’anno.
Adusbef e Federconsumatori giudicando beffarde, mistificanti ed ingannevoli, le ragioni degli operatori, secondo i quali i clienti, potrebbero utilizzare il diritto di recesso, da ‘esercitare entro trenta giorni dopo aver ricevuto notizia del cambio di tariffazione da mensile a 28 giorni’, in un mercato dove tutte le compagnie (eccetto Tiscali), hanno deciso la stessa cadenza di fatturazione, oltre a denunciare all’Antitrust l’ipotesi di un comune accordo di cartello, si riservano di costituirsi in giudizio contro le compagnie, in caso di ricorso al Tar del Lazio.

27/03/2017

Documento n.10502

Sostieni i consumatori, sostieni ADUSBEF!

Puoi sostenere ADUSBEF anche attraverso il 5 x 1000: in fase di dichiarazione, indica il codice fiscale 03638881007

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK