Crack banche venete: il 5 giugno nuovo round per l’attuazione del FIR

Lo scorso 5 giugno Adusbef ha incontrato i sottosegretari Bitonci e Villarosa ed i gruppi parlamentari tutti per richiedere l’attuazione immediata del fondo e per riconoscere ai truffati anche interessi e rivalutazione monetaria ed oneri fiscali pagati nel tempo, il riconoscimento del 100% di indennizzo a chi vede accertate le violazioni specifiche da parte di un arbitro e una prospettiva di durata del fondo medesimo.

Si tratta di misure ammissibili e non soggette ad alcun veto da parte dell’Europa, come confermato dalla commissaria Vestager del 28 maggio a Bruxelles, ricorda il Presidente di Adusbef, Avv. Antonio Tanza, per il quale, inoltre, non è ulteriormente differibile il rimborso ai risparmiatori truffati.

All’incontro erano presenti per Adusbef gli avv.ti Massimo Campanella e Fulvio Cavallari, che hanno riproposto al tavolo di lavoro le idee, le proposte e le istanze di Adusbef e dei soci.

Le parti torneranno a discutere nelle prossime settimane, sperando che dopo l’ok della Corte dei Conti, il Governo valuti come inserire gli emendamenti proposti e non deluda le legittime aspettative dei risparmiatori truffati.

Roma 6 giugno 2019

Il Presidente

Avv. Antonio Tanza

06/06/2019

Documento n.14541

Sostieni i consumatori, sostieni ADUSBEF!

Puoi sostenere ADUSBEF anche attraverso il 5 x 1000: in fase di dichiarazione, indica il codice fiscale 03638881007

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK