OBBLIGAZIONI LEHMAN: da Bari parte la causa contro il Consorzio “PattiChiari”

OBBLIGAZIONI LEHMAN: da Bari parte la causa contro il Consorzio “PattiChiari”(pubblicato il 07/07/2010)Presentata presso il Tribunale di Bari la prima causa contro il Consorzio PattiChiari. La prima udienza il 21 settembre 2010.A promuoverla un risparmiatore barese, difeso dal V. Presidente Adusbef Puglia Avv. Massimo Melpignano.Fermo restando l´evidente responsabilità delle banche, il comportamento assunto dal Consorzio nell’intera vicenda delle obbligazioni Lehman non possa rimanere immune da censure. Il Progetto ´PattiChiari´ sin dalla sua nascita è stato presentato all’opinione pubblica come un’autentica garanzia per il cliente. Lo scopo dell’iniziativa ´Obbligazioni basso rischio – basso rendimento´ era quello di informare in maniera chiara e comprensibile i risparmiatori sul livello di rischio e di rendimento collegato all’investimento in titoli (vd. Comunicato Stampa ABI del 12/11/2003). E´ accaduto invece che ancora il giorno dopo il default di Banca Lehman Brothers, ben 14 titoli della banca fallita erano presenti nella lista di PattiChiari.Altro che informazione chiara sul livello di rischio dei titoli.Eppure i segnali di una crisi profonda della società c’erano tutti.In primo luogo, i Credit Default Swap di Banca Lehman, particolari contratti derivati accessibili solo ai grandi operatori finanziari. Funzionano più o meno come le polizze assicurative: pagando un “premio” a una controparte, un investitore può assicurarsi contro il default di qualunque emittente. I piccoli risparmiatori sono esclusi da questo strumento che il ceto bancario utilizza per etichettare il rischio, in questo caso di fallimento di altre banche. A partire dalla primavera del 2008 i prezzi dei Cds hanno subito un´impennata, a dimostrazione che il rischio di fallimento della Lehamn Brothers era sempre più grande. Poiché i Credit Defaul Swap vengono utilizzati dagli “addetti al settore” per misurare il rischio di default di una società emittente, viene spontaneo chiedersi come potevano le obbligazioni Lehman Brothers essere considerati titoli affidabili quando sin dagli inizi di marzo i Cds avevano raggiunto la punta massima di 430 punti base. Il Consorzio devea rispondere per la diffusione di informazioni inesatte, risarcendo le migliaia di risparmiatori.Avv. Massimo Melpignano – V.Presidente Adusbef Puglia

07/07/2010

Documento n.8660

Sostieni i consumatori, sostieni ADUSBEF!

Puoi sostenere ADUSBEF anche attraverso il 5 x 1000: in fase di dichiarazione, indica il codice fiscale 03638881007

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK