Da Virgilio. 27-2-2011. Mussari: Norme su usura rimangono ostacoli competitivi E anche il tema della portabilità dei mutui per imprese e P.A.

Banche/ Mussari: Norme su usura rimangono ostacoli competitiviE anche il tema della portabilitÓ dei mutui per imprese e P.A.Bene per le norme su anatocismo e differimento crediti d'imposta contenuti nel decreto Milleproroghe, ma per le banche rimangono ancora ostacoli competitivi. Lo ha sottolineato il presidente dell'Abi, Giuseppe Mussari, citando in primis le norme sull'usura e poi il tema della portabilitÓ dei mutui per le imprese e le pubbliche amministrazioni. "Rimane l'usura. Oggi - ha spiegato Mussari - un mutuo a tasso variabile segna come tasso di usura massimo il 4,02%: con il costo della raccolta di oggi non Ŕ possibile. Il tasso d'interesse non Ŕ il prezzo per un servizio ma un prezzo per il rischio che la banca si assume. Se il prezzo per il rischio non Ŕ adeguato, la banca non si assume il rischio e se la banca non si assume il rischio noi rischiamo di spingere questi soggetti nelle mani della delinquenza organizzata". Mussari ha ricordato che l'ipotesi che era stata inserita e poi esclusa dal Milleproroghe "non escludeva l'usura per le imprese ma innalzava il tasso soglia in maniera relativamente modesta. Ma, anche qui, non vogliamo arrivare a tassi soglia molto elevati, vogliamo riuscire ad avere una norma sull'usura che sia in grado di coprire il rischio, perchŔ se non si copre il rischio l'impiego non si fa. Con il governo discutiamo costantemente su questo, non c'Ŕ bisogno di un tavolo". Alla domanda se il tema finirÓ in un prossimo decreto, Mussari ha replicato: "Non spetta a noi, c'Ŕ chi fa le leggi e bisogna avere rispetto". Altro limite competitivo per le banche italiane rilevato dal presidente dell'Abi Ŕ la portabilitÓ dei mutui per imprese e amministrazioni pubbliche. "Bisogna andare verso una legislazione", ha affermato. Sulla trasparenza, infine, "il governatore Draghi ha perfettamente ragione: non bisogna andare indietro ma avanti"

27/02/2011

Documento n.8861

Sostieni i consumatori, sostieni ADUSBEF!

Puoi sostenere ADUSBEF anche attraverso il 5 x 1000: in fase di dichiarazione, indica il codice fiscale 03638881007

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK