da casertaSette.com (12-12-05) CASERTA, MAXI-TRUFFA ALLE ASSICURAZIONI: 47 INDAGATI, 16 ARRESTI

in Articoli e studi

CASERTA, MAXI-TRUFFA ALLE ASSICURAZIONI: 47 INDAGATI, 16 ARRESTIUna maxi truffa è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Caserta: coinvolge finora 47 persone, di cui 16 arrestate oggi, accusate di concorso nella realizzazione dei reati di falso, truffa ai danni dello Stato e truffa in assicurazioni. La banda era specializzata nell’offrire ai propri clienti polizze assicurative con un costo notevolmente inferiore a quello dovuto, che gli investigatori stimano in media quattro-cinque volte minore, che pero’ erano materialmente autentiche, anche se rilasciate con false attestazioni di rischio nelle quali erano falsi anche i requisiti degli intestatari, quali identita’ e residenza anagrafica. Il danno e’ stato stimato di oltre 320 mila euro al Servizio sanitario nazionale; di oltre 388 mila euro per omesso versamento di imposta sulle assicurazioni; di oltre 101 mila euro al Fondo di garanzia per le vittime della strada; e di oltre 3.800.000 euro a danno della Azzurra Assicurazioni Srl, che ha incassato premi in misura minore rispetto a quelli effettivamente dovuti. L’operazione del Comando provinciale di Caserta della guardia di finanza (denominata in codice "Bonus-malus") si inserisce in un’indagine della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua a Vetere scaturita da una denuncia della Unipol Assicurazioni che aveva constatato la falsificazione di una polizza auto intestata ad una persona residente nel Casertano. Controlli e perquisizioni hanno permesso di sequestrare ed esaminare documenti, fotocopie di polizze e preventivi per certificati assicurativi emessi da un’agenzia romana, la Cesa, a nome di altre societa’ ed in particolare di Azzurra Assicurazioni. E’ emerso cosi’ che 47 persone, collaboratori della Cesa, in cambio di denaro e in accordo con gli organizzatori della truffa, avevano creato una rete che operava nel Casertano che emetteva queste particolari polizze assicurative i cui costi contenuti erano legati proprio alla certificazione di requisiti dei soggetti intestatari non corrispondente a realta’, in maniera tale che questi clienti fossero collocati in una classe di rischiosita’ bassissima. Le perquisizioni hanno anche portato al sequestro di 4.589 polizze, corredate da preventivi e fotocopie di versamenti, delle quali 2.678 erano corredate da attestazioni di rischio false. A creare la rete di procacciatori di assicurazioni con requisiti falsi e’ stato, secondo gli inquirenti, Pierluigi Torielli, amministratore unico della Cesa Srl di Roma, centro di servizi per societa’ di assicurazioni che aveva tra i suoi clienti la Azzurra Assicurazioni, oggi arrestato. Le perquisizioni effettuate dalle fiamme gialle anno riguardato anche le abitazioni dei 47 denunciati, e sono state effettuando anche ad Asti, Lucca e Martinafranca. Il prosieguo delle indagini, spiega il colonnello Francesco Mattana, che comanda i finanzieri di Caserta, riguardera’ la consapevolezza dei sottoscrittori delle polizze superscontate di pagare un premio basso perche’ i presupposti del contratto erano mendaci.(12 dicembre 2005-16:30)

13/12/2005

Documento n.5403

Sostieni i consumatori, sostieni ADUSBEF!

Puoi sostenere ADUSBEF anche attraverso il 5 x 1000: in fase di dichiarazione, indica il codice fiscale 03638881007

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK