Da Ansa. BANKITALIA: ADUSBEF, DANNOSA PRESENZA FAZIO A VILLA HUFFER

in Rassegna Stampa

ECO:BANKITALIA2006-01-16 11:53BANKITALIA: ADUSBEF, DANNOSA PRESENZA FAZIO A VILLA HUFFER LANNUTTI, AUGURI A DRAGHI, CHIEDERO’ INCONTRO SU RISPARMIO ROMA (ANSA) - ROMA, 16 gen - "La nuova gestione rigorosa trasparente della Banca d’Italia da parte di Mario Draghi è compatibile con le prebende ed i favori riservati al vecchio governatore, quali uffici, segreterie, auto di servizio, scorta, accesso alla banca dati della centrale rischi?". A chiederselo é il presidente dell’Adusbef Elio Lannutti, ricordando che Fazio "é stato indagato da ben due procure della Repubblica e costretto ad indecorose dimissioni". "Dopo aver prodotto danni enormi alla credibilità di una seria istituzione - scrive Lannutti in una nota - il dr. Antonio quali altri danni può produrre, solo con la sua permanenza negli uffici anche adiacenti - a Palazzo Koch e l’accesso a dati sensibilissimi come quelli presenti negli archivi della Centrale Rischi?". L’Adusbef, inoltre, "pur essendo stata la voce più critica (se non la sola) in merito alla nomina di Mario Draghi alla guida della Banca d’Italia, in occasione del suo insediamento gli rivolge i migliori auguri, con la speranza che possa riuscire a restituire, alla Bankitalia, quell’onore e quella credibilità gravemente compromessi da un vecchio inquilino". Nelle prossime settimana, infine, l’associazione "chiederà un incontro al nuovo Governatore, per rappresentare le esigenze di utenti bancari e risparmiatori ’traditi’ anche dagli omessi controlli della vigilanza".(ANSA).

16/01/2006

Documento n.5555

Sostieni i consumatori, sostieni ADUSBEF!

Puoi sostenere ADUSBEF anche attraverso il 5 x 1000: in fase di dichiarazione, indica il codice fiscale 03638881007

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK