ADUSBEF - Associazione Difesa Utenti Servizi Bancari Finanziari Postali e Assicurativi

Adusbef ADUSBEF

Ultimi aggiornamenti [visualizza tutti]
 

Ti trovi in:
Il ConsigliO n° 46. Prestiti su polizze vita. Attenzione! Le compagnie praticano l’anatocismo. Di M. Novelli

Il ConsigliO n° 46.
Prestiti su polizze vita. Attenzione: le compagnie praticano l’anatocismo.

Di Mauro Novelli 23-11-2006

Gran parte dei contratti assicurativi “vita” prevedono la possibilità di accedere a prestiti. In genere, poiché parte del premio pagato è deducibile dal reddito imponibile, se si approfitta del vantaggio fiscale occorre attendere cinque anni prima di poter chiedere un prestito a fronte dei premi pagati. L’entità dell’importo richiesto non può superare il valore di riscatto della polizza maturato dopo il pagamento dell’ultimo premio pagato. L’operazione non è indoloreper via degli alti tassi di interesse richiesti dalla compagnia.Pochi giorni fa si è chiusa positivamente la vicenda di una utente lucchese, titolare una polizza vita, dal 1986, stipulata con una nota compagnia di Assicurazioni. La polizza prevedeva inoltre la possibilità, decorsi i canonici 5 anni dall’accensione della stessa, di poter ottenere dei prestiti. L’utente nel 1992 richiese un prestito alla compagnia di assicurazioni per circa Lit. 5.000.000 che fu stato concesso. L’assicurato ha quindi continuato a versare regolarmente i premi e, alla scadenza naturale del contratto, ha chiesto il rimborso. La Compagnia, fatti i conteggi, ha trattenuto un importo che, secondo il titolare, era esorbitante per il piccolo prestito ottenuto. Si è quindi rivolto all’ADUSBEF di Viareggio perché intervenisse nella vicenda. L’Adusbef ha provveduto a fare i conteggi ed è emerso che la compagnia di assicurazione aveva applicato un meccanismo anatocistico all’utente, in violazione dellart. 1283 c.c.: portava ogni anno gli interessi maturati sul prestito a capitale e quindi l’anno successivo gli interessi venivano calcolati su capitale più interessi. Tale pratica, ormai ritenuta illegittima anche dalla Corte di Cassazione, porta a lievitare enormemente il costo effettivo del denaro ed impedisce all’utente di rendersi conto di quanto effettivamente andrà a pagare. Dopo l’intervento dell’ADUSBEF la Compagnia ha contattato l’utente ed ha rimborsato tutto quanto illegittimamente trattenuto. Consiglio n° 1 : prima di sottoscrivere la richiesta di prestito sulla polizza vita, occorre conoscere perfettamente le condizioni: tasso applicato, modalità di rimborso ecc. Si scoprire che, probabilmente, è più conveniente chiedere un prestito in banca. Consiglio n° 2 : se siete stati titolari di polizza vita ed avete richiesto un prestito, anche se già rimborsato, provvedete a rifare i calcoli dell’operazione. In caso di applicazione di calcoli anatocistici richiedete alla compagnia le somme indebitamente percepite.In caso di difficoltà, contattate la sede Adusbef più vicina.

24/11/2006

Argomenti correlati:

- [27/07/2006] Il ConsigliO. Chiusura di un conto corrente: accortezza anche dopo il decreto Bersani.

- [17/07/2006] Il ConsigliO. Conto con servizi accessori: penoso chiuderlo. Come evitare un vero e proprio trasloco. Di M. Novelli

- [17/11/2006] Il ConsigliO n° 45. Le banche fanno il pieno: al mutuo cercano di affiancare un derivato sui tassi. Di M. Novelli

- [12/11/2006] Il ConsigliO n° 44. Trading on line. Registrate e comunicateci ogni anomalia operativa riscontrata. Di M. Novelli

Documento n.5451

Documenti online: 7755
Comunicati stampa | Rassegna stampa | Articoli e studi | Sentenze e testi di legge | Consigli e guide | Moduli e lettere tipo | Altri documenti
Ricerca:

 


 




 
     
     
Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK