NEWSLETTER IOSONORIGINALE MAGGIO 2017

pubblicato il 03/07/2017 in Consigli e guide  

 
Newsletter realizzata nell'ambito del progetto "Io sono originale", promosso dalle Associazioni di consumatori e finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico - U.I.B.M.

Per maggiori informazioni: www.uibm.gov.it

Newsletter n°14
Maggio 2017

DALLA PARTE DEL CONSUMATORE
CONTRO LA CONTRAFFAZIONE

GIUGNO, UN MESE RICCO DI EVENTI CONTRO LA CONTRAFFAZIONE

 

Cinque eventi si sono tenuti In occasione della settimana anticontraffazione promossa dal Ministero dello Sviluppo economico Direzione generale per la lotta alla contraffazione – UIBM dal 13 al 18 giugno.
Il 13 a Napoli, il 14 a Venezia e il 18 a Firenze sono stati realizzati dei flash mob, il 15 a Roma, invece è stato organizzato un evento durante il quale sono stati presentati i risultati di alcune indagini e le attività - realizzate e in corso di svolgimento - nell’ambito dell’iniziativa.
Con la fine dell’anno scolastico, inoltre, si sono conclusi i numerosi incontri organizzati nelle scuole che hanno registrato grande interesse e partecipazione.

Per avere informazioni dettagliate sugli eventi in programma si possono visitare le pagine Facebook, Twitter e Instagram Io sono Originale o la pagina dedicata al progetto presente sul sito del Ministero dello Sviluppo economico – Direzione generale per la lotta alla contraffazione UIBM.
Inoltre, continua ad essere a disposizione dei cittadini per assistenza e per informazioni in materia di contraffazione  lo sportello in via di Santa Croce in Gerusalemme, 83 a Roma.
 
SCARICA L’APP “GIOCA ORIGINALE”
Su App store e Android è disponibile “Gioca Originale”, che mette alla prova la tua conoscenza dei brand. Tramite una griglia di lettere 4x4 (stile ruzzle) dovrai individuare i marchi più famosi divisi per categoria merceologica. Avrai a disposizione solo 1 minuto per indovinare ogni marchio originale.
CONCORSO “VINCI ORIGINALE”
Il 17 aprile scorso ha preso il via la terza fase del concorso: scarica anche tu “Vinci Originale” dall’App store e da Android. I premi in palio sono 1 Iphone 6 Plus 64 GB e 1 Ipad Mini 2 Retina.

 
ELETTRODOMESTICI: RICORRENTI TRUFFE NEL MERCATO ON LINE
 
Con il crescente utilizzo di internet, sempre più servizi e prodotti si possono trovare e acquistare con un click.
Oltre ai molteplici aspetti positivi dello shopping on line, come la comodità nel reperire i prodotti, la varietà degli stessi, e il risparmio che si ottiene, altrettanti sono i pericoli e le truffe che si sono sviluppati negli anni.
L’EUIPO – Ufficio Unione Europea per la proprietà Intellettuale – ha stimato che l’economia Europea perde 48 mld di euro ogni anno a causa delle truffe e dei prodotti falsi che circolano online. Fortemente danneggiato è il mercato degli elettrodomestici, che è stato oggetto di molte frodi.
Sempre di più sono, infatti, i consumatori che decidono di acquistare questo tipo di prodotti on line: dietro prezzi molto convenienti però spesso si nasconde il rischio di acquistare prodotti non originali.
La contraffazione di elettrodomestici venduti on line, crea problemi anche alle aziende produttrici che si ritrovano quotidianamente ad affrontare clienti insoddisfatti.
Non solo, data la natura dei prodotti venduti e l’importanza dei requisiti di qualità e sicurezza che devono rispettare, la contraffazione di elettrodomestici può portare a conseguenze molto serie che ricadono sull’immagine e sulla reputazione dell’azienda produttrice costretta a volte a dover affrontare delle azioni legali.    
IL PROGETTO EUROPEO “AUTENTICITTÀ”
 

È partito dall’Italia e precisamente da Roma, ma ha un respiro europeo, il progetto Autenticittà promosso da Indicam, l’istituto di Centromarca per la lotta alla contraffazione che raccoglie oltre 150 aziende, insieme con l’omologa spagnola “Andema” e la francese “Unifab”. Il progetto, co-finanziato dall’EUIPO (European Intellectual Property Office), si pone come obiettivo la costruzione di un network di città europee che hanno deciso di impegnarsi nella lotta alla contraffazione e “… per accrescere … la consapevolezza delle implicazioni che il mercato illegale porta con sé, non solo in Italia ed in Europa, ma in tutto il mondo”.
La Campagna europea contro la contraffazione e per la difesa della proprietà intellettuale è partita da Roma con lo slogan “Ciò che è autentico è eterno”, e oltre che in Spagna e Francia, coinvolgerà successivamente tutti i 28 Stati membri della UE. L’adesione della città di Roma è avvenuta grazie alla collaborazione della Direzione Generale Anticontraffazione nel Ministero dello Sviluppo Economico.
Il progetto prevede incontri nelle scuole per parlare di contraffazione e soprattutto delle conseguenze che il fenomeno ha non solo sui brand, ma soprattutto sulla società nel suo complesso attraverso la proiezione di filmati e dibattiti. Ai ragazzi, all’inizio e alla fine dell’incontro, viene somministrato un questionario per testare e monitorare le loro impressioni, la loro conoscenza e il loro interesse.
È di questi giorni la notizia che sono entrati a far parte del network europeo Autenticittà anche i Comuni di Ravenna e Cervia, già distintisi nel 2016 come territori counterfeiting-free. Entrare in Autenticittà non è solo un atto formale, perché presuppone ancora un maggior impegno degli enti locali nella lotta alla contraffazione. Il protocollo di adesione, come nel caso di Roma, è stato firmato alla presenza della Prefettura locale.
Indicam fa sapere che i contatti con gli organi dell’Unione europea per fissare le regole che permettano l’inclusione dei comuni virtuosi sono costanti.
 
www.authenti-city.eu

EVENTI – IO SONO ORIGINALE… INCONTRO SULLA CONTRAFFAZIONE

Si è svolto il 10 maggio scorso, alle h 10:00, un incontro presso l’IISS “Nicola Garrone” di Barletta organizzato dall’ASSO-CONSUM provinciale, presidente Renzo Pedico e dall’A.N.F.I. Associazione Finanzieri d’Italia sezione di Barletta, presidente Antonio Filannino e il Cav. Vito Dibitondo.
All’incontro sono intervenuti il Dirigente Scolastico Dott. Antonio Francesco Diviccaro, la professoressa Dott. Marida Bonadies, il tenente colonello della guardia di Finanza di Barletta Dott. Nicola Stufano, il Sindaco Dott. Pasquale Cascella, la Farmacista Dott.ssa Daniela Mastromatteo, il Giornalista Cosimo Forina, il comandante dei Vigili di Barletta Dott. Savino Filannino, il colonello Nicola Serio dell’82° Reggimento Fanteria “Torino” di Barletta, il Presidente della Confcommercio di Barletta Francesco Divenuto, Dott. Lorenzo Chieppa Responsabile Caritas, Lgt.(c.a.) Antonio Filannino Presidente A.N.F.I. Sez. di Barletta, ha moderato l’incontroRenzo Pedico Presidente Prov. Asso-Consum.
 
VUOI SAPERNE DI PIU' SUI PRODOTTI CONTRAFFATTI? CI SONO I VADEMECUM!
Scaricali subito, gratuiti e di facile consultazione sono un valido strumento per riconoscere i prodotti "taroccati". Dalle apparecchiature informatiche agli occhiali, dall'abbigliamento ai cosmetici, informarsi è in un clic!
POMODORO ARADEO, UNA BELLA STORIA
 
Non ci sono solo notizie che danno conto di fenomeni contraffattivi; fortunatamente a volte si hanno notizie positive per il made in Italy.
Otto ragazzi del Salento, tutti laureati in città del Nord Italia, hanno deciso di tornare in Puglia per amore della loro terra d’origine e dei pregiatissimi prodotti che essa generosamente dona. Hanno così creato una cooperativa denominata Karadrà. Essa intende recuperare la coltura del pomodoro giallo d’inverno di Aradeo, un’eccellenza del territorio che rischiava di estinguersi se non ci fossero stati questi giovani che, con grande passione ed amore per i loro luoghi di origine, hanno fondato Karadrà.
La loro iniziativa non solo salverà il pomodoro di Aradeo, ma darà anche nuova vita e nuova bellezza al territorio e coinvolgerà anche le comunità locali. 
Il pomodoro crescerà in terre lasciate incolte da 20 anni e ora lavorate dai soci di Karadrà per mezzo della tecnica dell’ aridocoltura, che consente una buona crescita in condizioni di piogge scarse e sfrutta la brina notturna. I metodi per proteggere le piante dai parassiti sono assolutamente naturali.
La salvaguardia e la rinascita di prodotti pregiati a rischio di estinzione come il pomodoro di Aradeo costituisce un esempio di buona pratica per la tutela del made in Italy e dei prodotti originali.  I giovani che hanno voluto intraprendere questa strada meritano un plauso.     
 
 
Twitter
Twitter
Facebook
Facebook
Instagram
Instagram
Website
Website

07/03/2017

Documento n.10034

Sostieni i consumatori, sostieni ADUSBEF!

Puoi sostenere ADUSBEF anche attraverso il 5 per 1000: in fase di dichiarazione, indica il codice fiscale 03638881007

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK