Il Messaggero. Banche nel mirino di “Mr prezzi”: stop a balzello per prelevare contante Via a indagine sui costi per i clienti

Banche nel mirino di “Mr prezzi”:stop a balzello per prelevare contanteVia a indagine sui costi per i clientiLe banche: sistema trasparente e in concorrenzaROMA - Stop alle commissioni imposte dalle banche per prelevare contanti, un balzello sempre più diffuso negli istituti di credito. E' quanto chiede il Garante per la sorveglianza dei prezzi, Roberto Sambuco, in audizione al Senato, spiegando di aver deciso di aprire un'indagine sul sistema dei costi alla clientela nel settore bancario che comincerà con l'audizione dell'Abi il prossimo 15 marzo.«Non è condivisibile far pagare i consumatori per ritirare i propri soldi dal conto corrente. Viene così minato alla base il rapporto di fiducia nella relazione banca-cliente», ha detto "Mister prezzi" che ha aggiunto di aver ricevuto numerose segnalazioni di «disservizi, opacità, mancanza di trasparenza e chiarezza, moltiplicazione a volte incomprensibile delle voci di costo per i conti correnti, tutti elementi che andranno verificati».Proprio il costo per il prelievo di contante allo sportello, ha indicato Sambuco, «risulta essere applicato da molte banche. È una vicenda rilevante perché rischia di generare disagi per alcune tipologie di consumatori-correntisti, con il rischio di colpire le fasce più fragili della popolazione».In particolare, «saranno approfondite e verificate, tra l'altro, le singole voci di costo a carico dei consumatori», «il rispetto degli obblighi normativi imposti al settore anche in materia di contenimento delle commissioni di massimo scoperto».Le banche italiane sono «trasparenti e fra loro in concorrenza», ha replicato l'Associazione bancaria italiana. «Apprendiamo da fonti di informazione - si legge in una nota dell'Associazione bancaria - delle intenzioni di "Mister prezzi" di introdurre nuovi vincoli all'operatività del sistema bancario, intervenendo sul sistema dei prezzi. Misure che ricordano tanto un passato di cui non si sente alcuna nostalgia. Le banche italiane sono trasparenti e fra loro in concorrenza».«Le buone intenzioni di Mister Prezzi non bastano, per far abbassare la cresta ai banchieri occorrono normative stringenti che mettano finalmente un freno ai continui abusi e soprusi perpetrati dalle banche a danno di correntisti e consumatori», ha affermato il senatore Elio Lannutti, capogruppo dell'Italia dei Valori in commissione Finanze. «È necessario - ha aggiunto - introdurre subito regole precise che permettano di salvaguardare i cittadini dal salasso continuo che sono costretti a subire agli sportelli bancari, attraverso gli elevatissimi costi dei conti correnti, che in Italia sono pari a 295 euro contro i 114 della media europea, o assurde vessazioni come la tassa di 3 euro sul contante. Una vergogna inaccettabile - conclude Lannutti - che deve finire al più presto».Mercoledì 09 Marzo 2011 - 20:36 Ultimo aggiornamento: 20:52

10/03/2011

Documento n.8881

Sostieni i consumatori, sostieni ADUSBEF!

Puoi sostenere ADUSBEF anche attraverso il 5 x 1000: in fase di dichiarazione, indica il codice fiscale 03638881007

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK