CONSOB: LANNUTTI (IDV), URGENTE COMMISSIONE PARLAMENTARE D'INCHIESTA SU MALEFATTE SIG. VITTORIO CONTI (EX BANCA INTESA) ED ALTRI ALTI PAPAVERI

Lunedi 15 Novembre 2010 14:30 CONSOB: LANNUTTI (IDV), URGENTE COMMISSIONE PARLAMENTARE D'INCHIESTA (AGENPARL) - Roma, 15 nov - "'Dopo la puntata di Report che ieri ha messo in luce una gestione scandalosa delle dormienti Autorità pseudo-indipendenti, diventa urgente una commissione parlamentare di inchiesta sull’operato della Consob, di cui la trasmissione ha evidenziato il carattere filo-bancario e il tempo sprecato a inseguire teoremi e castelli di accuse contro i rappresentanti dei consumatori invece di perseguire le attività fraudolente delle banche che hanno appioppato derivati avariati ad enti locali ed imprese fatte fallire'.'Lo ribadisce il capogruppo dell'Italia dei Valori in Commissione Finanze al Senato, Elio Lannutti, il quale ricorda come il Gruppo IDV ha depositato fin dal 18 luglio 2008 la proposta di legge n.930 per l’istituzione di una Commissione parlamentare d’inchiesta sull’operato di Consob e Bankitalia relativamente agli scandali ed ai dissesti finanziari ed industriali avvenuti in Italia, nonché sulle modalità di diffusione dei bond argentini presso i risparmiatori italiani'".E' quanto si legge in una nota dello stesso Senatore Elio Lannutti (Idv)."'I crack finanziari - sottolinea Lannutti - hanno segnato un’epoca nel rapporto risparmiatori-banche. Sono circa un milione i consumatori coinvolti nella perdita del proprio risparmio (bond argentini, Cirio, Parmalat, Giacomelli, eccetera) per un controvalore di 50 miliardi di euro. Fondi perduti non per una scelta di rischio consapevole, ma perché gli operatori finanziari in cui i risparmiatori avevano piena fiducia hanno consigliato strumenti finanziari spacciati come «prodotti sicuri» che poi invece sono risultati rischiosissimi'. "La Commissione d’inchiesta, sottolinea Lannutti, 'ha il compito di accertare le cause che hanno determinato il dissesto finanziario delle imprese industriali, nonché le modalità del collocamento e della diffusione presso i risparmiatori privati dei bond argentini e di altri prodotti avariati, indagando su diversi aspetti a cominciare dall'attività, dalla gestione e dalle funzioni della Consob. Inoltre vanno accertate le cause, le responsabilità e le conseguenze del dissesto economico-finanziario di aziende e società vigilate dalla Consob'. In conclusione, secondo il parlamentare IdV 'queste pseudo Autorità indipendenti, colluse con le banche vigilate perché aduse a ricattare i parlamentari che osano sindacare i loro atti abusando del loro potere senza rispondere ad alcuno del loro operato, devono rendere conto al Parlamento di crack e scandali e pagare per le gravi malefatte'".

15/11/2010

Documento n.8762

Sostieni i consumatori, sostieni ADUSBEF!

Puoi sostenere ADUSBEF anche attraverso il 5 x 1000: in fase di dichiarazione, indica il codice fiscale 03638881007

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK